camminacitta

Percorso 1. Lungo l’antica via per S. Anna

Questo percorso inizia dalla Parrocchiale di Argegno, percorre la destra idrografica della Valle del Telo, costeggiano il poggio dove era ubicato l’antico castello medioevale, e termina alla seicentesca chiesa di S. Anna, nell’omonima località lungo l’attuale strada per Schignano. In particolare il tratto del percorso che va dal centro storico di Argegno a S. Anna ricalca l’antico tracciato usato dagli abitanti per recarsi a Schignano, già citato in un documento del 1622 evidenziato da Donato Gregorio nel libro Argegno. Storia e memorie di un Comune del Lario: si tratta di un ricorso degli abitanti di Argegno contro la decisione del giudice delle strade Paolo Giovio che aveva imposto loro di pagare le riparazioni della suddetta strada tra Argegno e Schignano per il tratto di loro competenza. Gli argegnini però sostenevano che le riparazioni dovessero essere effettuate da chi di fatto danneggiava la strada, ovvero dagli abitanti di Schignano, che vi passavano con i carri, mentre loro la percorrevano solo a piedi. La situazione si sbloccò a loro favore grazie alla testimonianza di un tale Battista Testi di Muronico, che confermò come gli abitanti di Argegno «a piedi l’adoprano spessissimo, et con bestie per andar al pascolo ogni giorno in tempo di pascolare, et con carri l’adoprano quando li bisogno condurre per loro servitio di legna, e altre robbe, pagando quelli d’Argegno la vittura a quelli di Schignano, per non haver quelli d’Argegno carri». Lungo il percorso, che era tradizionalmente usato durante le processioni delle Rogazioni, effettuate in primavera per propiziare il buon raccolto, sono rimaste molte testimonianze della fede popolare: lungo la via Pizzo Gordona sono visibili circa una decina tra cappelle e nicchie votive, con statue o immagini religiose, erette per devozione o come ex-voto degli argegnini.

Ma soprattutto quella per Sant’Anna è una devozione profonda, radicata, testimoniata dai numerosissimi ex-voto, e che ogni anno conduce un gran numero di fedeli nella chiesa a lei dedicata, edificata, secondo la tradizione popolare, sul luogo di una precedente immagine mariana, in seguito ad un voto dopo la peste del 1630. La domenica successiva alla festa liturgica (26 luglio), si celebra infatti una solenne sagra in onore della Santa in cui il sacro e il profano si uniscono a dare una delle manifestazioni più sentite della zona. La mattina viene celebrata una solenne Messa, seguita nel pomeriggio dai Vespri e dalla processione. Fino al secolo scorso, nei tre giorni successivi, il lunedì (la cosiddetta “Sant’Annina”), il martedì (la cosiddetta “Sant’Annona”) e anche il mercoledì (“Sant’Annana”), chi poteva si recava nuovamente a S. Anna per continuare la festa.

Dati percorso

Località di partenza Argegno, Parrocchiale della SS.Trinità
Località di arrivo Argegno, chiesa di S. Anna
Tipologia percorso urbano (tappa 1 e tappa 2), percorso misto urbano e turistico- escursionistico (tappa 2), percorso turistico escursionistico (tappa 3) Ambiente zona urbana (tappe 1 e 2) zona di media montagna (tappa 3)
Lunghezza totale 1.5 km circa
Tempo di percorrenza a piedi h 0.45 (esclusi tempi di visita)
Difficoltà Turistica, con percorso pianeggiante (tappa 1) Turistico-escursionistica; percorso in salita, con presenza scalini (tappe 2 e 3)
Accessibilità Vedi singole schede
Altre modalità di percorrenza consigliate mountain bike

Incroci con altri percorsi

Questo percorso coincide con: Percorso 2Tappa di collegamento e, in parte, con Percorso 2Tappa 1.

Download

Clicca qui per scaricare contenuti per questo percorso

Testi

Silvia Fasana

Altre informazioni sul percorso

Dislivello in salita: circa 200 m
Quota massima: 410 m
Pavimentazione: porfido, asfalto, cemento
Mezzi pubblici per raggiungere il punto di partenza:  bus di linea  ,  battello e aliscafo.  
Mezzi pubblici dal punto di arrivo:  bus di linea  
Parcheggi presso il punto di partenza: sì; alcuni parcheggi disabili

Approfondimenti

Personaggi storici
 Pietro Vassena 

Bibliografia
Donato Gregorio, Argegno. Storia e memorie di un Comune del Lario, Bellavite Editore, Missaglia 2009*
Silvia Fasana, Ambra Garancini, Sui passi dell’anima. Luoghi della devozione nel territorio lariointelvese, Bellavite Editore, Missaglia 2009
Marco Lazzati, La Valle Intelvi, BE-MA Editrice, Milano 1986
Guide della Provincia di Como. Da Cernobbio alla Valle Intelvi, Amministrazione Provinciale di Como, Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda, Nodo Libri, Como 1997

* l’opera di Donato Gregorio, di cui consigliamo vivamente la lettura, è fondamentale per la conoscenza della storia di Argegno e del suo territorio. Da questo testo è stata tratta buona parte delle informazioni storiche pubblicate nel presente sito [n.d. A.]

Siti internet
 Comune di Argegno 
 Wikipedia 

Clicca qui per vedere su YouTube il video di Davide Van De Sfroos realizzato nell’ambito del progetto Terra & Acqua per raccontare il territorio: Argegno

Gallery