camminacitta

Tappa 2 – Da S. Agostino a Piazza Funicolare e alla Punta di Geno

Descrizione

Superata S. Agostino, attraversare via Torno e imboccare di fronte via Coloniola, così detta a ricordo dell’insediamento di una popolazione celtica prima della conquista romana. In questa zona, presso via Gaspare Mola si trova tuttora il sagrato dell’antica chiesa parrocchiale di S. Antonino Martire, mentre all’interno di un negozio, nelle vicinanze, si possono ancora intravedere i resti di una torre romana. Proseguire sino a incontrare via Dionigi da Parravicino, che si stacca sulla sinistra in direzione del lago. Imboccata quest’ultima, svoltare pochi metri più avanti nel vicolo Dionigi da Parravicino. Il vicolo Dionigi da Parravicino sbocca dietro il ristorante “Antica Darsena”. Verso la strada a lago, nel 1920, sorse un lavatoio pubblico, costruito per evitare che le lavandaie del borgo sciacquassero i panni nel lago. Con la ristrutturazione dell’intero complesso, che ha reso signorile il nucleo di case un tempo riservato ai barcaioli e lavandaie, il lavatoio è quasi scomparso; sulla destra un piccolo cancello, solitamente aperto (area privata, si raccomanda discrezione), conduce ai resti del lavatoio (porticato e pozzo). Si attraversa un sottoportico sulla sinistra e si esce in un altro piccolo spiazzo, caratterizzato da costruzioni rustiche ristrutturate. Prendere a sinistra per raggiungere il lungolago, da cui si prosegue a destra in direzione della Piazza Alcide de Gasperi. Sulla destra della piazza si trova la stazione a valle della Funicolare Como-Brunate.
Dalla piazza della Funicolare si può in alternativa proseguire lungo la passeggiata a lago, oppure salire per via della Madonnetta alla cappella della Nosetta (percorso in salita su mulattiera – vedi tappa 3). Per Villa Geno, imboccare la passeggiata a lago sulla destra, passando sotto due archi con insegna sbiadita “Parco comunale Regina Margherita”, oppure sulla sinistra in riva al lago. Sulla destra si possono ammirare le stupende ville sorte agli inizi del secolo scorso. Giunti in fondo al viale, detto Riva del Voo, ci si trova nei pressi della Punta di Geno dove, al posto dell’antico complesso di S. Clemente, sorge ora Villa Geno, già Cornaggia Medici. In attesa della riapertura dell’area a lago, ornata da una grande fontana, conviene proseguire oltre, sul viale asfaltato che continua sulla destra e raggiunge in breve il piazzale Felice Baratelli, nei pressi della Darsena di Villa Geno, da dove si ammira un vasto panorama sul primo bacino del lago di Como.

Informazioni

Località di partenza chiesa di S. Agostino
Località di arrivo Villa Geno
Tipologia del percorso in parte urbano, in parte su passeggiata a lago, a fianco di ville e giardini
Lunghezza totale 1.3 km
Tempo di percorrenza (a piedi) 20 minuti (visite escluse)
Difficoltà turistica percorso agevole, in lieve discesa, in gran parte pedonale
Quota massima 211 m slm
Quota minima 198 m slm
Dislivello in discesa 10 m circa
Pavimentazione ghiaia, asfalto
Mezzi pubblici per raggiungere il punto di arrivo: no
Mezzi pubblici dal punto di partenza: sì, vedi  sito trasporti pubblici  
Parcheggi presso il punto di partenza si, a pagamento

Punti di Interesse

In questa tappa potrai trovare i seguenti punti di interesse:

Gallery

Sfoglia la Gallery della Tappa:

Tappa precedente

Tappa successiva